3 settembre 2014

(42) ISIS, PAURA DEI PECORAI?

(42)
Introduzione alla lettura
02/09/14




 

Io più che intavolare una trattativa con i tagliagole li vedrei volentieri due metri…..sotto terra, tutti. Ma la guerra non è fatta solo da chi preme il grilletto, ma anche da chi fornisce le armi. Non è difficile comprendere quanto sostengo da un po’, questi hanno soldi per comprarsi le armi ma non le fabbricano. Se noi, o altri, non gliele diamo potrebbero fare solo i frombolieri. Non ci sarebbe  nessuna forza del male a terrorizzarci, non ne avrebbero gli strumenti ….

A meno che….. A meno che qualcuno nel mondo, magari cinesi contro Usa, Usa contro il resto del mondo non facciano di tutto perché questa situazione diventi esplosiva e qui ritornano certe a me evidenti opere di propaganda tese a cercare di incendiare la prateria, sempre con l’idea di rimediare con una guerra ad una dirompente crisi economica. Vi risparmio il terrore Usa  a che la Russia entrasse in area europea dopo il crollo dell’Unione Sovietica e quando siano stati antieuropei gli stessi europei nel merito. Sono convinto che la gravità di una certa situazione può essere proprio dovuta a precise volontà. Si vuole spostare l’attenzione dell’opinione pubblica dalla grave crisi economica causata dai padroni del vapore, magari con un bella guerra? In questa situazione L’Isis o la situazione Ucraina possono essere funzionali a questo progetto. Perché continuare a sostenere che l’aereo malese MH17 sia stato abbattuto dai filorussi quando sui loro giornali anche i malesi ora accusano Kiev? Voglia di menar le mani? Su Google: “L’HM17 è stato abbattuto da un aereo - la Stampa”.

 

                                                      paolosenzabandiere

 
 
 
 
 

 

Nessun commento:

Posta un commento