8 settembre 2009

LEGGI SULLA STAMPA E PARTITI D'OPPOSIZIONE

Settembre (56)
Introduzione alla lettura
08/09/09
 

Alcuni giorni fa il sig. D'Avanzo, su Repubblica, asseriva che le dimissioni dei due direttori della Stampa e del Corriere della Sera erano dovute alla volontà del nostro Silvio nazionale. Allora mi siano permesse due domande.
LEGGI SULLA STAMPA E PARTITI D'OPPOSIZIONE

La prima. La sulla stampa che proibiva il possesso dei giornali ai proprietari di televisioni e che ha costretto il nostro a vendere il giornale al fratello è ancora valida. Non è più valida, e chi l'ha cambiata o abolita? E visto che sono abbastanza attento a questi argomenti, se l'eventuale abolizione di questa legge è stata fatta senza l'apparente contributo dell'attuale opposizione perchè il suo inspiegabile silenzio? La sua opposizione soft? Very english?
Seconda domanda. La legge è ancora in vigore? Se lo fosse la cosa sarebbe altrettanto grave per l'attuale opposizione. Infatti nessuno di questi signori si sarebbe accorto che entrare con una partecipazione nel gruppo Mediobanca, come ha fatto il gruppo Mediaset, significava nei fatti entrare con un peso significativo nella banca che possiede, anche se in compartecipazione il Corriere della Sera. Ve le ricordate voi di Repubblica le intercettazioni da voi stesse pubblicate il 6 agosto 2006, se non erro, con le quali Ricucci asseriva di aver avuto l'ok da parte del Silvio nazionale per la scalata del Corriere e l'ignobile silenzio anche allora, di quasi tutti i nostri............prodi sinistr..zi. Invece di una faticosa e costosa scalata qualcuno avrebbe usato poi mezzi meno fragorosi e dispendiosi per raggiungere lo stesso obiettivo.
Come diceva Battisti? Tu chiamale se vuoi collusioni........
paolosenzabandiere
 

Nessun commento:

Posta un commento