17 dicembre 2008

Sinistri scricchiolii e vittorie di Pirro.

Dicembre (15)
Introduzione alla lettura
12/12/08

Vi ricordate Pirro, il re dell’Epiro, che vinceva le battaglie contro i Romani a così caro prezzo, senza la possibilità di sostituire i suoi soldati morti o feriti, da comprendere lui stesso di essere in procinto di perdere la guerra?
Sinistri scricchiolii e vittorie di Pirro.

La cosa credo c’entri un pochino con le elezioni regionali abruzzesi di domenica scorsa.
Come tutti sappiamo queste elezioni erano state indette perchè il precedente presidente, Ottaviano del Turco, era stato arrestato e si era dovuto dimettere per una storia di tangenti. Il pdl che a livello nazionale vantava, o forse millantava, un consenso vicino al 60%, avrebbe dovuto trarre incredibili vantaggi da questa situazione, considerando la rabbia ulteriore di qualcuno nei confronti dello scandalo che ha sconvolto la passata amministrazione. I risultati delle elezioni sono noti a tutti, il pdl prende il 47,3%, il suo candidato il 48,8 % , il pd prende il 44, 6% e Carlo Costantini (idl), suo candidato il 42,7 %. E’ evidente che l’1,9% dei votanti del pd è stato colto da orticaria da rifiuto verso il proprio candidato, un classico esempio di voto disgiunto visto che il vincitore ha preso, neanche a farlo apposta l’1,5% di voti in più della sua coalizione. Ma qui le analogie con normali elezioni in cui si vince con il 50 + e si perde con il 50 – e con le strategie dei partiti e delle loro correntucole finiscono.
In questa regione, per la prima volta credo in Italia, sono andati a votare meno del 53% degli aventi diritto al voto. La cosa vi sembra normale? Il candidato del pdl supportato con grande battage pubblicitario dal proprio segretario nazionale conquista non il 60% dei voti come da sondaggi ( ah! questi sondaggisti che non vanno a votare!) ma un ben più striminzito e reale 25 e poco più per cento di coloro che hanno il diritto di voto. Ovviamente per il pd va anche peggio visto che convince solo il 23 per cento circa degli elettori.
La gravità della cosa sta nel fatto che più del 47 per cento degli elettori ha deciso di non votarvi cari signori del pdl e del pd. Ovviamente questo non significa che gli astenuti si stanno organizzando contro gli attuali partiti, ma se fossi in voi non dormirei sogni tranquilli. Forse sui vostri tetti si sta accumulando troppa neve, aguzzate l’udito contro…..spiacevoli scricchiolii!
A proposito di scricchiolii se al partito degli astenuti, il vero vincitore di queste elezioni, oltre il 47%, aggiungete il 15 di Italia dei Valori (8 per cento degli aventi diritto al voto) vi dovreste accorgere che chi non sopporta il vostro “disinvolto” modo di governare sta diventando maggioranza nel paese. Se questa cosa ancora allo stato magmatico riesce ad aggregarsi, allora ci sarà da divertirsi!
Tornando a Pirro sembra che dopo la battaglia di Ascoli Satriano abbia detto queste parole: “Un’altra vittoria così contro i Romani e sarò perduto?”. E voi lì a festeggiare il vostro 25%?
Paolo s.b.

Nessun commento:

Posta un commento